Avvisi ai Naviganti

AVVISO AI NAVIGANTI - COMPAGN* DONALD

.shooting

Addavenì Baffon*: sarebbe curioso chiedere ai vecchi militanti duri e puri cosa avrebbero pensato del nuovo corso del quotidiano fondato da Antonio Gramsci, proprio quello che andavano a distribuire porta a porta la domenica mattina. Ammesso e non concesso che ci fosse qualcuno in grado di spiegare a questi prodi portatori di falce e martello che il mondo non è banalmente diviso in maschi e femmine, ma in una serie di generi diversi, una volta che ci si liberi dai condizionamenti culturali che ci opprimono. Anche il biondo tycoon, dall’altra parte dell’Oceano, si è esibito nell’ostensione del

AVVISO AI NAVIGANTI - SCOMUNICHE E CONDANNE

.condanna

Il caposquadra del putinismo del mondo, borioso e antipatico, questa volta ha ragione. Condannato senza appello dall’euroburocrate Charles Michel, scomunicato come un qualsiasi Monsignor Viganò, additato al pubblico ludibrio per aver osato parlare col mostro, questa volta Orban è nel giusto. Se non si prova, se non ci si parla, se non si fa di tutto per cercare la pace, anche a rischio di fare figure marroni, questa da sola non arriva. Condannato senza appello (dalle urne) anche l’ormai ex premier inglese, e pure il giovanotto francese di belle speranze ne ha buscate un bel po’. Per non

AVVISO AI NAVIGANTI - FATTI PIÚ IN LÁ

.vecchietto

Accanirsi a restare sulla scena a tutti i costi senza rendersi conto che il nostro tempo è passato provoca imbarazzo, tristezza e compassione negli altri, esponendosi spesso al ridicolo e alla derisione. Come le vecchie star che si ostinano ad esibirsi in condizioni inguardabili, il povero Joe Biden dovrebbe prendere atto che è tempo di farsi da parte. L’ombra del biondo incombe, è vero, ma qualche mese di tempo c’è ancora per organizzare una campagna elettorale decente per Michelle Obama. Ormai è chiaro a tutti, meno che a lui. L’America è mesa davvero male di questi tempi, e la posta in

AVVISO AI NAVIGANTI - VINCERE IN CASA, PERDERE IN TRASFERTA

.calcio europeo

È un vero peccato che a ben pochi interessi qualcosa di premierato e autonomia differenziata, in questi tempi di campionati europei di calcio, perché la Giorgia nazionale si appresta – come aveva promesso – a modificare pesantemente l’assetto strutturale del nostro sistema politico. Magari non sempre ricorrendo alla prevista procedura di revisione costituzionale - per la quale non avrebbe la maggioranza richiesta - ma cercando di aggirarla con qualche furbata di procedura ordinaria. Del resto in Italia ha stravinto le elezioni, e ormai – grazie anche all’inconsistenza di alleati e oppositori –

AVVISO AI NAVIGANTI - CUM GRANO SALIS

.sale

Nella discutibile elezione allo scranno dell’Europarlamento della manganellatrice in terra magiara, almeno un aspetto positivo c’è: ora che farà (un bel po’) di grano, potrà finalmente pagare l’affitto di 90.000 Euro di cui è debitrice all’ALER Milano (l’agenzia residenziale lombarda, quella delle case popolari) per aver occupato abusivamente un appartamento sui Navigli. Non a Quarto Oggiaro o al Giambellino, si badi bene, ma nella zona se non più esclusiva, sicuramente più affascinante e ricca di suggestione di Milano. Perché proletari va bene, ma non bisogna esagerare. Del resto, che il

AVVISO AI NAVIGANTI - LA MOLTITUDINE DEI NUMERI PRIMI

.ammirazione

Ora che anche il numero uno ha perso una partita, cerchiamo di non farne una tragedia please. Del resto, lui è stato il primo a reagire con britannica eleganza, da buon signor Perfettini. Troppo bravo, troppo bello, troppo giusto: non sembra neanche italiano. Infatti ha la residenza a Montecarlo. Finalmente uno di cui andare fieri, era dai tempi del Mondiale di calcio che non succedeva. Non altrettanta ammirazione dovrebbe riscuotere il portavoce del Ministro Lollobrigida, che peraltro ha sublimato una tendenza che sembra andare per la maggiore nelle università italiane: quella dell

AVVISO AI NAVIGANTI - PICCONI E PICCONATORI

.gays

Qualcuno ricorderà gli ultimi tempi del mandato del (poco) compianto Presidente Cossiga quando, forse ormai deciso a dimettersi, iniziò a togliersi sassolini e macigni dalle scarpe, lanciando picconate a destra e a manca. Più o meno la stessa sindrome che sembra dilagare in questi giorni. Da un lato il Segretario della Nato Stoltenberg (nomen omen) arrivato a fine mandato, ha invocato il diritto di Kiev di colpire obiettivi militari legittimi al di fuori dell'Ucraina, come se esistesse un diritto inalienabile a muovere guerra fuori dei propri confini nazionali, e non quello alla difesa del

AVVISO AI NAVIGANTI - IMPARARE DAGLI ERRORI

.learn from mistake

Sarebbe buona regola per tutti gli uomini (e anche per le donne, ma qui il discorso sarebbe lungo) imparare dagli errori, dai propri e da quelli degli altri. Pur non avendo la presunzione di voler dare consigli alla Giorgia nazionale, il Nostromo crede che prima di “o la va o la spacca” sulla vexata quaestio del premierato, avrebbe dovuto quanto meno riflettere su quello che successe al puffo guelfo di Rignano sull’Arno, che – sicuro della sua forza e del consenso elettorale - puntò tutto sul referendum elettorale. E mal gliene incolse. Sulla stessa strada sembra avviato anche il premier

AVVISO AI NAVIGANTI - ALLEGRI SPINELLI

.allegri spinelli

Forse ha proprio ragione il generale candidato quando dice che il mondo va all’incontrario. Vedere l’allenatore della blasonata vecchia signora del calcio scagliarsi contro l’arbitro e inveire furioso dopo aver vinto partita e coppa è un po’ bizzarro. Forse che, abituato ai copiosi regali dalla classe arbitrale, non accetta decisioni sgradite? E più che vincere, che voleva? Più rilassato l’accusatore della Liguria Aldo Spinelli: è un piacere vederlo uscire dal colloquio coi magistrati sorridente e con l’aria soddisfatta. “Ho detto tutto”, come dire: ora sono faccende vostre, dopo che sono

AVVISO AI NAVIGANTI - STUDIARE NO?

.studenti contestatori

Il diritto a manifestare le proprie idee è sacrosanto, per carità; quando viene esercitato senza violenza, poi, non è certo da mettere in discussione. Oltretutto nel caso delle contestazioni al ministro della famiglia, quei ragazzi avevano anche ragione: su tante cose - come sul tema dell’aborto – spesso sembra che facciamo come i gamberi, come nell’America di Trump. Ma l’antisemitismo e il boicottaggio al giornalista in quanto ebreo è un’altra storia, una brutta storia. E poi, ricordando anche dove hanno portato le “lotte” degli studenti iraniani, verrebbe da chiedersi: ma studiare no? E a